Vintage in Shibuya

In Giappone, spesso, le donne indossano scarpe piú grandi, anche di una misura. E non parlo di flip-flop. Parlo di decolleté con il tacco alto. Camminano, telefonano, corrono per le scale della metro e il tallone tac, sfila fuori. E loro continuano a camminare, telefonare, correre. 

Noi ci saremmo fermate mille volte, per mettere a posto il collant, per sistemare la punta, per inveire contro la scarpa. 

Loro no, vanno avanti trascinando la scarpa con la punta del piede ma orgogliose del loro tacco di un numero piú grande.

In realtá c’é piú una di spiegazione a questo strano fenomeno delle big shoes in Japan. Intanto le misure delle scarpe giapponesi che si trovano in vendita sono spesso solo tre: S, M e L. Perció se la grandezza della scarpa non coincide esattamente con la grandezza del piede, pazienza, ci si adegua. Inoltre molto spesso le donne giapponesi dell’upper class comprano scarpe europee o americane e quindi disegnate su modelli di piede differenti da quelli giapponesi (?!?). Perció decolleté firmato ma grande. Altrimenti sneakers, che quelle si sa, sono universali.

Le ragazze di trenta anni ne dimostrano quindici quindi vale tutto, anche le gonnelline corte di tulle fluo e i collant trasparenti con i tattoo. E calzini bianchi corti con il pizzo. Come le bambine negli anni ’90. 

Esitate dal volerle imitare a tutti i costi e iniziare cosí l’acquisto sfrenato e folle di centimetri di tulle verde fosforescente, zaini da scolaretta e pizzi rosa confetto. Pensateci bene: quando indossereste nuovamente capi del genere? Mai. 

A meno che non vi chiamiate Anna dello Russo.

Quando non indossano l’uniforme della scuola o la divisa d’ordinanza, tailleur nero e camicia bianca, danno via libera alla fantasia che prevede la presenza del faccino di Hello Kitty in almeno un accessorio o capo d’abbigliamento e tanto rosa. A volte la regola vale anche per i ragazzi.

Da noi spopolano H&M e Zara. In Giappone UNIQLO (che poi é un brand americano) e Gucci.

Casual ma non troppo? Elegante ma non troppo? Una sola risposta Armani Exchange. Giorgio ti aspettiamo anche in Europa.

Gli uomini giapponesi hanno indubbiamente piú gusto nel vestire rispetto alle donne, anche vestiti da samurai. Attenzione al dettaglio, ricerca e quella sofisticata semplicitá che merita piú di uno sguardo d’ammirazione.

Nel distretto di Shibuya c’é la piú alta densitá di negozi vintage di Tokyo. Perdetevi e potreste imbattervi in un Oscar de la Renta d’annata a soli 200€.

Qualora decidiate di regalarvi qualche ora di shopping compulsivo a Tokyo city fissate un budget, da rispettare. Perché in una cittá in cui qualsiasi cosa urla comprami é molto facile perdere la direzione … e i conti.

IMG_1003 IMG_1028 IMG_1447 Kyoto_Kamo River

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...